Governo, cosa dovrebbe fare il PD?

A pochi giorni dal secondo round di consultazioni al Quirinale, quale posizione dovrebbe assumere il Partito Democratico nei confronti degli altri schieramenti e riguardo alla formazione del nuovo Governo?

Thumb pd lombardia Pd Lombardia



Giardiniquirinale2017 700x505


Torna al forum


il futuro del PD

la mia risposta alla argomentazione di Antonio Pazienza
ottima argomentazione, Antonio Pazienza. è solo sulle conclusioni che mi differenzio: io spero che prevalga nel PD la linea "interclassista", come tu la chiami. Se, tuttavia, prevalessero invece le posizioni dei detrattori-odiatori di Matteo Renzi sarei a malincuore portato a chiudere con la mia esperienza di iscritto, Probabilmente non di votante, perchè non vedo, a tutt'oggi, un'altra offerta politica che rappresenti la mia cultura politica. E' l'epoca delle passioni tristi come le chiama https://mappeser.com/.../benasayag-miguel-schmit-gerard.../. ciao e grazie
qui l'argomentazione di Antonio Pazienza:
Se provate a ragionare attentamente sulla storia di Grillo e del M5S, dei personaggi più o meno loschi che si muovono attorno, le loro parole d’ordine di questi anni, capirete che il loro unico intento è stato quello di fagocitare il PD e la Sinistra, utilizzando la demagogia tipica dei sessantottini, mescolata ad alcuni sani impulsi razzisti che bene si sposano con il popolino che in qualche modo la sinistra aveva rappresentato, prima che entrasse nell’ottica di essere forza di governo diventando, necessariamente, una forza interclassista come chi governa deve essere, perché si governa nell’interesse di tutti e non di una parte.

Proprio per questo il loro nemico più feroce ed odiato è diventato Renzi che ha tentato di traghettare il PD verso una sponda liberal democratica ed europeista. Ed è proprio quando questo progetto stava per realizzarsi che si è scatenato contro l’iradiddio da più parti.
Da parte di Grillo era ovvio perché si contendevano lo stesso territorio per fini opposti, da parte dei berlusconiani che si sono visti detronizzati da Renzi che stava occupando uno spazio, quello dei moderati, che loro avevano lasciato allo sbando con l’alleanza sempre più asfissiante di leghisti e fascisti.
Infine da parte della Sinistra stessa, soprattutto quella del PD accecata dall’odio e dall’invidia per come Renzi era arrivato ad avere il controllo del PD e non ha minimamente capito la posta in gioco. Ora è quella componente che maggiormente si sente attratta dai grillini, illusa di poterli controllare, ma difatti risucchiata in quel gioco che per lei, e per tutto il PD, rischia di essere una trappola mortale.

A mio avviso questo gioco a morsa è sfuggito di mano anche a Renzi stesso e a tutti noi quando, dopo l’insuccesso del Referendum non abbiamo capito che questa operazione di delegittimazione era riuscita pienamente. Allora occorreva abbandonare quella parte malata del PD a se stessa e decidere di rappresentare quell’importante 41% dei SI, che non era affatto tutto PD di sinistra o renziano, ma semplicemente la parte del Paese che aspirava ad essere altro proprio a partire dalla Riforma Costituzionale che poteva davvero rendere il Paese altro.
Ora è tutto perso? Forse si, soprattutto se si insiste a battere lo stesso chiodo e ci si illude che il PD possa uscire dal recinto in cui si è chiuso ed è stato bellamente imbavagliato.

Non mi sentirete più parlare del PD perché io ho definitivamente posto una pietra sopra questa esperienza. Non è mia abitudine continuare a percorrere all’infinito la stessa strada che so, ormai, non porta a nulla. Il mio augurio è che la parte sana del PD esca dalla trappola in cui è imprigionata e trovi la forza di tornare a volare e a respirare aria pulita. Ne ha bisogno l’Italia è il futuro di tanti giovani.

User avatar thumb default 4efaf94d889224d1d2250e3d84890199ec16e68a4786cdb6f559e58191c5c729

Maria Rosa Saini Credo sia giusto rimanere all'opposizione e non fare un governo con i 5 stelle (Berlusconi e Salvini nemmeno da considerare). Perché i 5 stelle hanno insultato da sempre con le parole e con i fatti il nostro partito e i nostri rappresentanti (ricordiamoci la diretta streaming con Bersani). Solo eventuale appoggio esterno per un governo di scopo e solo su punti ben definiti e imprescindibili rispetto ai nostri principi. Attenzione al Presidente e alle necessità di non mettere il paese in una situazione penalizzante per i cittadini (vedi Grecia). Dibattito interno chiaro e trasparente ma dopo barra dritta e avanti uniti