Governo, cosa dovrebbe fare il PD?

A pochi giorni dal secondo round di consultazioni al Quirinale, quale posizione dovrebbe assumere il Partito Democratico nei confronti degli altri schieramenti e riguardo alla formazione del nuovo Governo?

Thumb pd lombardia Pd Lombardia



Giardiniquirinale2017 700x505


Torna al forum


Governo con M5S sarebbe un voltafaccia imperdonabile

Il PD, e prima di lui l'Ulivo, è il partito del centrosinistra di governo: riformista, moderato, responsabile, pragmatico. Con Renzi si è spostato ancora più al centro ed è diventato autenticamente un partito "terza via", di sinistra liberale e pro-mercato. Su questo programma il PD ha preso il magro 18% alle elezioni, e su questo progetto i suoi parlamentari sono stati eletti. Ora si chiede di fare il partner di governo di stretta minoranza ad un partito come i 5 Stelle che con tutto ciò non ha assolutamente nulla a che vedere. Zero. Per fare cosa? Non è chiaro. Per assolvere a quale compito? Chiaramente per fare da scaricabarile all'impossibilità di attuare le mirabolanti proposte dei 5 Stelle, come il reddito di cittadinanza da 30 miliardi all'anno. E' uno schema già visto in Italia (Fini, Follini, Casini, Bossi,...) e all'estero (i LibDem in UK, l'SPD in Germania): chi fa il partner di minoranza viene lacerato da queste alleanze e distrutto nelle urne alle elezioni successive, e l'Italia si troverebbe a dover scegliere tra populisti di pseudo-sinistra e i sovranisti di estrema destra. Il PD deve tutelarsi, come partito e cultura di governo, anche nell'interesse del Paese. La via per farlo è semplice: andare all'opposizione, chiarirci le idee, far emergere tutte le contraddizioni di queste politiche assurde proposte da Lega o 5 stelle, difendere la presenza dell'Italia nella UE e nell'Euro e quanto fatto dai governi del PD nel passato. Ma soprattutto dimostrare che il PD non è un partito di notabili pronti ad andare al governo ad ogni costo, pur di tenere le mani sui cordoni della borsa.

User avatar thumb default 4efaf94d889224d1d2250e3d84890199ec16e68a4786cdb6f559e58191c5c729

Roberto Butella D'accordo in tutto e per tutto con le sue argomentazioni, dovremmo sconfessare tutto quello fatto per appoggiare e fare un governo con questi signori che hanno promesso a tutti soluzioni miracolistiche. E' giusto che gli elettori mettano alla prova tutti i dilettanti allo sbaraglio.

Tiziana Pagani Ma voi così sicuri, vivete con un solo stipendio al mese come me o siete di quel PD che ormai non ha più la base con sé? Se ci portano alla bancarotta che si fa? E se le politiche saranno a sfondo razzista, chi ne farà le spese? Bisogna pensare a tutelare i diritti di tutti, ma soprattutto dei più deboli.

Luca Riva Avviso che le politiche razziste e/o da bancarotta sono state votate da quasi il 70% degli italiani, che le reputano un legittimo cambiamento in meglio del nostro Paese. Se il PD vuole tornare a prendere percentuali decenti deve portare avanti le sue istanze, non mandare a monte il suo progetto per allearsi con tizio e caio nella speranza di "mettersi di traverso". Anche perché "fare la balia d'Italia" e le poltrone vanno assieme, per cui il dubbio viene che non sia proprio un sacrificio in favore dei più deboli... Votare in un certo modo in una democrazia ha delle conseguenze, ed è giusto che gli elettori si prendano la responsabilità di queste conseguenze.