Legge elettorale, cosa ne pensi?

È iniziato il percorso alla Camera per l’approvazione dell’Italicum, la nuova legge elettorale di tipo proporzionale che prevede la costituzione di 100 circoscrizioni plurinominali nei quali saranno eletti 617 deputati (escluso il seggio della valle d’Aosta e i dodici seggi delle circoscrizioni estere). Ogni lista, purché superi il 3% dei voti validi, ottiene un numero di deputati proporzionale alla percentuale raggiunta su base nazionale, tenendo conto del fatto che la lista vincente gode di un premio di governabilità che la porta automaticamente ad avere il 55% dei seggi (340). Nel caso in cui nessuna lista superasse il 40% si procederebbe al ballottaggio tra le prime due liste per numero di voti e in questo caso la lista risultata vincente avrebbe diritto al 53% dei seggi. Ogni elettore potrà esprimere, oltre al voto di lista, fino a due preferenze tra i candidati, purché siano di sesso diverso tra loro. Il capolista è escluso dal computo delle preferenze e, qualora la lista prenda nella circoscrizione almeno un seggio, viene automaticamente eletto. I principi cardine dell’Italicum sono la certezza, la sera dello scrutinio, di chi avrà la maggioranza per governare, l’alternanza e la semplificazione del sistema politico.

Thumb pd lombardia Pd Lombardia



Legge elettorale 2


Torna al forum


Senza parole

Questa legge ripercorre, seppur con metodi diversi, gli scopi del "Porcellum" che è stato giudicato incostituzionale; inoltre, queste legge elettorale abbinata alla riforma costituzionale porta a uno squilibrio a favore del potere esecutivo poiché un partito, grazie al premio di maggioranza, seppur minoritario nel paese, può decidere autonomamente: l'elezione del Presidente della Repubblica, l'elezione dei Giudici della Corte Costituzionale e del Consiglio Superiore della Magistratura, e cosa ancor più grave può cambiare la Costituzione a colpi di maggioranza.
Per quanto riguarda le preferenze, esse sono necessarie dopo un decennio nel quale i cittadini non hanno avuto la possibilità di esprimere preferenze sui nostri parlamentari, ma Il capolista bloccato è una presa in giro nei confronti degli italiani,
se davvero si voleva mettere un candidato "di riferimento" allora si sarebbero potuti introdurre i collegi uninominali, invece così si è voluto influenzare la rappresentanza parlamentare da parte delle segreterie dei partiti.
Per di più, é una cosa gravissima che il governo ponga la questione di fiducia sulla legge elettorale perché, per prima cosa, dimostra quanto sia debole la maggioranza che lo sostiene, altrimenti non ci sarebbe bisogno di blindare la legge, secondo motivo perché il PD si è sempre riempito la bocca di belle parole sulle cosiddette "regole del gioco" condivise da tutti e ora sono in via di approvazione leggi elettorali e costituzionali ad uso e consumo del Presidente del Consiglio!

User avatar thumb default 4efaf94d889224d1d2250e3d84890199ec16e68a4786cdb6f559e58191c5c729