Italicum, è da cambiare? E come?

Emanuele Fiano (capogruppo PD in commissione Affari Istituzionali alla Camera dei Deputati) e Alessandro Alfieri (Segretario regionale PD) rispondono alle vostre domande (nella sezione "Discuti") sulla possibilità di modificare la legge elettorale. Partecipa al sondaggio ("Vota") ed alla discussione!

Thumb pd lombardia Pd Lombardia



185440667 49c845bb cf6d 495a 8b90 7dea980476ef


Torna al forum


Perché no?

Penso che accettare la proposta di M5S o almeno discuterla sarebbe una mossa politicamente dirompente. Si tratta di andare verso un proporzionale con sbarramenti alti e collegi relativamente piccoli che probabilmente premierebbe comunque con la maggioranza un partito in grado di superare il 35%, mentre costringerebbe i partiti ad alleanze, credo giustamente, in caso di risultati inferiori.

User avatar thumb default 4efaf94d889224d1d2250e3d84890199ec16e68a4786cdb6f559e58191c5c729

Marco Buseghin Per arrivare alla maggioranza col 35% servirebbero sbarramenti DAVVERO alti. La Consulta si è espressa negativamente in passato. Ma alla fine, facciamo un sacco di riforme con Alfano e Verdini, possiamo pure farle nel prossimo Parlamento con chi avrà i voti necessari.

Stefano Dioni Se i collegi sono piccoli e non c'è riparto nazionale gli sbarramenti sono davvero alti. In un collegio che elegge 8 deputati lo sbarramento di fatto è il 12,5%. Con questa proposta andrebbero in parlamento 4-5 partiti e il 35-40% dovrebbe dare la maggioranza.

Marco Buseghin Mh. Descrivi il sistema spagnolo. Ma non mi è mica chiaro se sia a quello, che si riferiscono i Cinque Stelle. E comunque, difficile che lo accetti Renzi...