Riforma della sanità

Il Consiglio regionale dal 14 luglio sarà impegnato a discutere della riforma sanità lombarda. Un cambiamento era necessario, per far fronte ai nuovi bisogni, dovuti principalmente all’invecchiamento della popolazione, ma anche per chiudere una stagione segnata da gravi scandali. La necessità del cambiamento, il Pd, l’ha sempre sostenuta: siamo stati i primi a presentare un progetto di riforma e abbiamo incalzato senza sosta Maroni perché desse seguito agli annunci. Il testo della maggioranza, però, è solo una riforma della governance, una ridefinizione della mappa degli ospedali, che pure sta suscitando sui territori molte perplessità, dove non aperto malcontento. Durante i lavori di commissione abbiamo chiesto le audizioni di circa cento tra associazioni, operatori e portatori di interesse. Sono rimasti inascoltati, se non da noi. Porteremo le loro richieste in Aula, insieme alle nostre proposte per cambiare davvero la sanità lombarda. Cosa ne pensate?

Thumb pd lombardia Pd Lombardia



Volsan pdlatua


Torna al forum


Sulla prevenzione primaria

Qualunque sia l'organizzazione che si darà ai servizi di vigilanza sul rispetto delle norme sanitarie, la loro regia, ovvero la definizione degli obbiettivi, dei metodi e degli strumenti di lavoro e dei criteri di giudizio dovrebbe essere centralizzata a livello regionale, per quanto possibile coordinata a livello nazionale ed attuata da nuclei di operatori qualificati che lavorino, per quanto riguarda le professionalità rare, trasversalmente al territorio regionale; attuando, per il resto, sistemi di audit tra le varie articolazioni organizzative territoriali.

User avatar thumb default 4efaf94d889224d1d2250e3d84890199ec16e68a4786cdb6f559e58191c5c729